Ricerca e innovazione

La divisione Ricerca della Fondazione Fatebenefratelli si pone come obiettivo principale lo sviluppo e la realizzazione dell’attività di ricerca in ambito  biomedico e di sanità pubblica. 

Sin alle origini l’attività dell’ente si è basata sul principio secondo il quale fare ricerca clinica è il modo migliore per fare una buona assistenza sanitaria, rispettando un antico adagio riportato nelle assise dei Fatebenefratelli: “Carità antica e mezzi modernissimi”. Questa filosofia è ribadita con forza nella carta d’Identità dell’Ordine di San Giovanni di Dio: “…L’Ordine non solo apprezza e favorisce la ricerca sperimentale nei suoi Centri, ma si fa anche promotore della stessa di fronte agli enti che legittimamente la perseguono come campo istituzionale proprio”. 

In particolare la Divisione Ricerca si occupa dello sviluppo e della validazione di ricerca traslazionale ed applicazione di ricerche sull’ottimizzazione delle risorse e umanizzazione delle prestazioni sanitarie, socio sanitarie e assistenziali.

L’ente svolge attività di ricerca traslazionale in stretto collegamento con le attività di ricovero e cura svolte all’interno dell’ospedale “San Giovanni Calibita – Fatebenefratelli” di Roma valorizzando l’approccio assistenziale della Casa Generalizia dell’Ordine di S. Giovanni di Dio fondato sul rispetto e sulla solidarietà attiva con le persone malate; applicando le scienze umane alla sanità, individuando e rendendo operanti criteri di assistenza globale atti a migliorare i livelli qualitativi degli interventi terapeutici nel rispetto della più efficiente gestione delle risorse impiegate; promuovendo il trasferimento delle conoscenze acquisite verso altre istituzioni di ricovero e cura, verso il personale, in un’ottica di aggiornamento e formazione permanente; promuovendo, in collaborazione con altri enti, progetti sperimentali nelle materie rientranti nell’oggetto sociale.

Sin dal 1994, è stato attivato un supporto statistico per tutti i ricercatori che si è consolidato nel tempo fino all’istituzione del Servizio di Statistica Medica (1998), integrato successivamente dalla componente dell’Information Technology (2003).

Oltre alla consulenza statistica e informatica, l’Ente offre servizi come la progettazione e sviluppo di banche dati, il supporto per la partecipazione a bandi nazionali e internazionali e la consulenza per la presentazione di studi al Comitato Etico Lazio I.

 

Menu